SITRI (Società italiana di Tricologia): Trova un Dermatologo Tricologo

Chi legge abitualmente i nostri articoli, sa bene che ci piace ricordare spesso ai nostri lettori che è necessario rivolgersi a professionisti ed evitare pratiche di “auto-medicazione” le quali risultano dannose e non efficaci.

Non solo, quando si decide di rivolgersi a uno specialista, bisogna essere sicuri che si tratti di un dermatologo specializzato in tricologia. 


Molti medici di base, ma anche dermatologi comuni, hanno spesso a che fare con persone affette da calvizie, ma nella maggior parte dei casi, essendo sprovvisti dell’esperienza necessaria, non propongono alcuna cura effettiva. 


In effetti, l’idea, sbagliata, che non vi sia alcun rimedio alla caduta dei capelli è ancora molto radicata. 


I dermatologi specializzati in tricologia in tricologia hanno tutti i giorni a che fare con persone affette da alopecia androgenetica, e sono in grado di fare diagnosi più tempestive e proporre terapie più specifiche. 


Spesso, alla nostra redazione viene chiesto dove sia possibile trovare un medico specializzato in tricologia, o come fare se i medici più rinomati sono tutti lontani dalla zona di residenza. 

A chi ci si può rivolgere?


A chi si rivolge a noi con queste domande, o con richieste di consulenze, ripetiamo che non siamo medici specializzati, né possiamo sostituirli. 


Nel corso degli anni abbiamo però maturato una certa competenza in materia di caduta dei capelli, avendo sempre avuto a che fare con l’alopecia androgenetica, per questo motivo ci sembra indispensabile attenersi alle linee guida fornite dalla Società Italiana di Tricologia. 


In questo senso, consigliamo vivamente a chi è alla ricerca di un dermatologo tricologo di avvalersi del servizio offerto sul sito del sitri (www.sitri.it) “Trova il Medico Tricologo”.

Lì, è possibile reperire un elenco dei medici che è si può consultare in base all’area geografica in cui esercitano. 


Nota Bene: per essere sicuri di stare rivolgendosi a un medico associato al SITRI, è bene considerare solo quei medici per cui è presente la voce “Iscritto al registro dei medici tricologi”.

È questa una garanzia sufficiente a garantire competenza ed esperienza, in quanto è necessario avere dei requisiti prestabiliti per entrare a far parte del registro. 

Quali sono i requisiti per far parte del Registro del SITRI?


Per essere iscritti al Registro del SITRI è necessaria la laurea in Medicina e Chirurgia e bisogna aver già conseguito l’esame di stato per l’abilitazione all’esercizio della professione. 


Pur in possesso del titolo di studi, gli iscritti devono avere uno tra i seguenti requisiti: 


Esercizio della professione: 


Avere un’esperienza minima di tre anni nell’ambito della tricologia, svoltasi presso una struttura ospedaliera o un ente universitario, o un IRCCS (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico).


Dermatologia: 


Avere conseguito la laurea specialistica in dermatologia, dando prova di uno specifico interesse nella tricologia, avvalorato da adesioni a conferenze di specialisti o da pubblicazioni e articoli in ambito tricologico. 


Master di Specializzazione:


Aver completato con successo un master universitario in tricologia, o Scienze degli Annessi Cutanei, o altri master che hanno tra gli obiettivi principali l’istruzione in materia di Tricologia. 

AUTORE:

Augusto Riva

Sono un'appassionato del settore che lavora e vive a Roma, la mia città di nascita. Sia io che mia moglie abbiamo passato anni a soffrire del problema della calvizia e, una volta trovata la soluzione, abbiamo deciso di condividere le nostre esperienze e opinioni su questo portale, dato che la maggior parte dei rimedi e consigli sul web sono fuorvianti.

Puoi leggere di più su di me qui.

Torna alla Homepage