Miglior Shampoo Antiforfora: i 5 Migliori contro la Forfora

Come molti di voi che state leggendo questo articolo, anche io soffro di dermatite seborroica.

Comunemente chiamata “forfora” ma non si tratta esattamente di questa e, per chi ne soffre, diventa una vera e propria piaga.

Si presenta sotto forma di neve che copre le nostre spalle, una specie di manto bianco più o meno corposo che si adagia inesorabilmente sui nostri vestiti!

Pur potendosi presentare in diverse parti del corpo (quelle con più sebo), infatti, la “forfora” è principalmente presente nel cuoio capelluto.

Qui, tra l’altro, si presenta sovente anche un distacco della pelle secca che, morendo, cade in forma di scaglie dal colore biancastro.

Brutto da descrivere, lo so, ma molto peggio da vivere, perché crea un vero e proprio disagio a noi stessi e agli altri che lo vedono!

Chi come me soffre di dermatite seborroica sa che questa dipende molto dallo stress, e più siamo sottoposti ad esso, più questa diventa abbondante e frequente.

Mentre proviamo a fare un po’ di yoga o training autogeno, quindi, possiamo arginare il problema almeno con qualche buon shampoo per dermatite seborroica.

Io ne ho provati diversi, e posso sicuramente consigliare quali sono i migliori, quelli che davvero agiscono, permettendoci di stare più sereni.

Sì, perché è un po’ come un cane che si morde la coda: sei stressato e la forfora aumenta, ma più questa aumenta, più ti stressi! Quindi meglio intervenire perché non diventi ulteriore causa!

Scegliere uno shampoo per dermatite seborroica non è facile, perché non tutti sono in grado di risolvere il problema.

Per facilitarti la ricerca, ho selezionato per te i migliori che ho provato e che ti possono davvero aiutare a risolvere il problema.


Miglior shampoo antiforfora: qual è?


Ducray Kélual Ds Shampoo

Ducray Kelual DS Shampoo per Dermatite Seborroica 100 ml


Il miglior shampoo antiforfora del 2020, per la mia esperienza, è Ducray Kélual Ds Shampoo, i cui ingredienti di base sono: zinco, Keluamide, Acido glicirretinico.


Le motivazioni della mia scelta sono diverse.

Per prima cosa, è un prodotto che agisce in modo mirato sulla dermatite seborroica, e può essere utilizzato indifferentemente sia per la forfora grassa che per quella secca.

Può essere usato sia dalle donne che dagli uomini, è facilmente acquistabile in farmacia e ti permette di risolvere il problema delle squame biancastre e, soprattutto della Malassezia (forfora da funghi) nel giro di poche settimane.

La sua modalità di utilizzo è molto semplice e simile a un normale detergente per i capelli.

Ti basta applicarlo, massaggiare il cuoio capelluto in maniera abbondante e poi risciacquare dopo avere atteso almeno 3 minuti ,affinché il cuoio capelluto abbia il tempo di assorbire tutti i nutrienti presenti all’interno di esso.

Solo dopo pochi lavaggi, vedrai i suoi primi vantaggi, notando una diminuzione notevole della fastidiosa “neve bianca” e un piacevole sollievo dal prurito che accompagna spesso la dermatite seborroica.

Inizialmente, dovrai usare lo shampoo Ducray Kélual Ds per 3 volte a settimana e per due settimane. Ultimata questa fase, ci sarà quella del mantenimento, nella quale è previsto il suo utilizzo una volta a settimana, per due mesi.

Questo prodotto non fa molta schiuma, e puoi comunque lavarla tranquillamente con molta acqua, nel caso dovesse andarti negli occhi, senza particolari problemi.



Shampoo antiforfora Hairmed B3

Hairmed - No



Anche questo olio-shampoo antiforfora fa il suo lavoro egregiamente e, soprattutto, ha un ottimo rapporto qualità/prezzo.


È estremamente delicato sul cuoio capelluto e, grazie alla presenza del piroctone tra i suoi ingredienti, riesce a rimuovere efficacemente qualsiasi residuo di sebo e scaglie.

La desquamazione viene ridotta drasticamente, impedendone la nuova formazione. Privo di parabeni e disponibile in diversi formati da 200, 500 e 1000 ml, Hairmed B3 si qualifica davvero come un ottimo shampoo antiforfora!

Sul web, inoltre, troverete dei commenti molti positivi di coloro che lo hanno già acquistato, sottolineando soprattutto le sue qualità lenitive e il fatto che sia un prodotto che risolve davvero il problema, rispettando ciò che ci promette.


Inoltre, chi lo ha utilizzato ha potuto apprezzare il modo in cui tratta i capelli, che appaiono molto più luminosi e morbidi.



Shampoo Unifarco Ceramol Ds Dermoshampoo

Unifarco Ceramol Ds Dermoshampoo - 200 ml: Amazon.it: Bellezza


Tra tutti gli shampoo antiforfora, Ceramol DS Dermoshampoo è quello più economico.

Riuscirai infatti ad agire sulla dermatite seborroica spendendo meno di 10 euro e acquistando uno shampoo molto delicato che può essere usato per lavaggi frequenti.

La sua tecnologia macromicellare interviene sul cuoio capelluto per rigenerarlo, liberandoti dalla forfora nel giro di qualche settimana.

È uno shampoo adatto soprattutto ha chi ha la necessità di lavare spesso i capelli e ha un cuoio capelluto iperattivo perché, come specificato, è davvero molto delicato. Nonostante questo, è davvero molto efficace e non sono presenti siliconi.

La maggior parte delle recensioni presenti sul web e relative a questo prodotto, enfatizzano la sua efficacia, praticità, economicità e delicatezza

Shampoo antiforfora Bionatar

Bionatar Dermatitis And Psoriasis Shampoo 200ml: Amazon.it: Bellezza



La soluzione bio migliore, tra gli shampoo antiforfora, poiché composto principalmente da acido glicolico, un ingrediente naturale che riesce a purificare in fondo il cuoio capelluto.

Oltre all’acido glicolico, sono presenti: Pantenolo, Ittiolo, Olio di Sacha Inchi ed estratto di Salix Alba. Questi ingredienti, lavorano tra di loro in sinergia per rimuovere l’eccesso di sebo e per ammorbidire le scaglie.

Molto lenitivo, idratante e riequilibrante, lascia sul cuoio capelluto una sensazione di freschezza.

Lo shampoo Bionatar è il prodotto antiforfora preferito da chi sostiene il bio, e sul web si trovano molte recensioni positive per questo prodotto naturale che risolve il problema e convince, lasciando i capelli morbidi, puliti, freschi e liberi da scaglie e “neve bianca”.

Ducray Kelual Ds Shampoo trattante antiforfora



Tra i migliori presenti in commercio, lo shampoo antiforfora Ducray Kelval PS previene e combatte la formazione di funghi e lieviti, elimina efficacemente le squame e interviene in modo opportuno sulla dermatite seborroica.

Ha un’azione altamente lenitiva, che elimina il prurito, gli arrossamenti, la forfora e le croste.

I suoi ingredienti comprendono: acido B-Glicirrettico, zinco piroctone, keliamide e Ciclopirox Olamina. Questa sinergia permette al cuoio capelluto di apparire forte, sano, lucente e purificato.

La sua modalità d’uso prevede un primo ciclo di 3 lavaggi a settimana, per poi mantenersi su 1 a settimana, una volta raggiunto il risultato.

Chi ha già provato questo shampoo, ha testimoniato che, i primi risultati, sono già visibili dal secondo lavaggio.

Questo prodotto è uno dei più consigliati dai dermatologi perché si qualifica come ottimo trattamento contro la dermatite seborroica.

Gli utenti che hanno acquistato Ducray Kelval PS si ritengono molto soddisfatti per la sensazione di freschezza che lascia dopo il lavaggio e perché riesce realmente a eliminare il prurito e tutte le impurità, donando una chioma brillante.

È particolarmente apprezzato il fatto che non secchi il cuoio capelluto e il capello, perché risulta essere particolarmente delicato, quindi indicato per lavaggi frequenti.



Quali sono le cause della dermatite seborroica?


Le cause della dermatite seborroica sul cuoio capelluto possono essere diverse, ad esempio una particolare predisposizione genetica o un fattore ereditario, degli sbalzi ormonali, stress o traumi, oppure abbassamento delle difese immunitarie. Ma non sono solo queste, le cause. Per esempio, puoi soffrire di dermatite seborroica a causa di:

- Igiene insufficiente del cuoio capelluto: alcuni di noi pensano di lavare i propri capelli per le volte che lo necessitano e nel modo corretto. Ma non sempre è così, e in questi casi il cuoio capelluto ne può soffrire.

- Fattori climatici: forse non tutti lo sanno, ma la secchezza o l’eccessiva umidità dell’aria, possono agevolare la formazione della dermatite seborroica che, proprio perché risente del clima, in molti casi può essere anche periodica.

- Trattamenti cosmetici particolarmente aggressivi o sbagliati: attenzione ai trattamenti che fate sui vostri capelli, perché se sono troppo frequenti e, soprattutto, troppo aggressivi, possono stimolare la nascita della dermatite seborroica.

- Cuoio capelluto frizionato troppo: se sei abituato a frizionare spesso e in modo molto aggressivo il cuoio capelluto, esso risentirà di questa “violenza” e la dermatite seborroica non tarderà ad arrivare.

La dermatite seborroica può comparire a qualsiasi età. Addirittura, ne soffrono anche i neonati (su di loro viene chiamata “crosta lattea”). Non fa differenza tra uomini e donne, non c’è un sesso più predisposto dell’altro.

Va necessariamente sottolineato che questo disturbo deve essere trattato da un dermatologo e che la dermatite seborroica, in alcuni casi, è davvero molto dura da combattere.


Per questo è importante usare uno shampoo che ne riduca i fastidi e i sintomi, e poi continuare nel tempo il trattamento per mantenerne i risultati.


Quali sono i sintomi più frequenti e comuni della dermatite seborroica?



La dermatite seborroica si manifesta soprattutto in presenza di un fungo (Malassezia) che può attaccare non solo il cuoio capelluto, ma anche altre parti del corpo in cui è presente molto sebo, come il viso.

In presenza di questo fungo, il cuoio capelluto inizia a squamarsi, compaiono delle crosticine giallognole che provocano prurito, zone arrossate o doloranti, e i capelli diventano grassi e quindi facili a sporcarsi prima.

Molti confondono la dermatite seborroica con la forfora o con una patologia chiamata psoriasi. Al contrario di queste, però, la dermatite seborroica può essere più o meno presente in base a diversi periodi dell’anno, solitamente più diffusa quando c’è molta umidità o aria troppo secca.

È una patologia che richiede trattamenti specifici che possono essere prescritti esclusivamente da un dermatologo. Gli shampoo presenti in commercio servono a lenire e a ridurre la sintomatologia.

Proprio per quanto detto, in questa guida ho voluto solo informarti su alcuni prodotti che possono aiutarti ma che non sostituiscono il parere di un medico, al quale devi sempre rivolgerti per risolvere il tuo problema.


Quali rimedi esistono per la dermatite seborroica?


Il tuo dermatologo ti prescriverà la giusta cura farmacologica per risolvere il problema. A questa, puoi abbinare dei trattamenti cosmetici, come gli shampoo appena consigliati.



Dermatite seborroica: come ridurre il prurito, il rossore e la crosta



Considerando che, per tutti i disturbi, l’alimentazione è alla base per la loro prevenzione e cura, dovresti iniziare a mangiare in modo sano, se già non lo fai.

Evita quindi troppi zuccheri e grassi, e fai un consumo adeguato di Omega 3, gli acidi grassi polinsaturi presenti soprattutto nel pesce azzurro.

Per il cuoio capelluto, non usare prodotti troppo aggressivi, ma detergenti delicati privi di parabeni.
Lava i tuoi capelli con acqua tiepida e, quindi, mai troppo calda.

Non frizionare eccessivamente il cuoio capelluto, perché questa azione potrebbe essere causa di dermatite seborroica.


Dopo lo shampoo delicato, asciuga i capelli con asciugamani in cotone e poi il phon a bassa temperatura e lontano circa 20 cm. Se usi la piastra per capelli, non impostarla a temperature troppo alte.


Shampoo per dermatite seborroica: come sceglierlo?



Uno shampoo adatto contro la dermatite seborroica deve essere innanzitutto molto delicato e non schiumogeno.

La sua formulazione non deve contenere alcun agente aggressivo, compreso il silicone, ma ingredienti riequilibranti e rinfrescanti come il selenio, l’acido salicilico, il tea tree e lo zinco.

Il dermatologo può consigliare degli shampoo ancora più mirati, che hanno potere antinfiammatorio e possono prevedere dei corticosteroidi, ma è un’indicazione che può essere data solo da lui.


Come si usa uno shampoo per dermatite seborroica?



Uno shampoo per dermatite seborroica deve essere usato frequentemente, soprattutto nelle prime fasi (circa 3 volte a settimana) e lasciato agire sul cuoio capelluto dai 3 ai 5 minuti, prima di risciacquare abbondantemente con acqua.


Per tutto il lavaggio, il prodotto deve essere massaggiato sul cuoio capelluto, ma molto delicatamente, senza movimenti aggressivi.


In commercio esistono anche degli scrub per capelli, la cui funzione è quella di preparare il cuoio capelluto prima dello shampoo, in quanto sono efficaci nel rimuovere le cellule morte.

AUTORE:

Augusto Riva

Sono un'appassionato del settore che lavora e vive a Roma, la mia città di nascita. Sia io che mia moglie abbiamo passato anni a soffrire del problema della calvizia e, una volta trovata la soluzione, abbiamo deciso di condividere le nostre esperienze e opinioni su questo portale, dato che la maggior parte dei rimedi e consigli sul web sono fuorvianti.

Torna alla Homepage