Forfora o Pidocchi: Qual'è la Differenza? (e come eliminarli)

Quando senti un insistente e continuo prurito sul cuoio capelluto e la cute presenta una grossa irritazione, se guardandoti allo specchio vedi delle piccole scaglie biancastre, ci sono due possibilità: potrebbe essere forfora o pidocchi.

Infatti la presenza di entrambi questi problemi provoca sintomi simili e, sebbene si tratti di cose molto diverse, le piccole uova dei pidocchi, chiamate lendini, si possono confondere con le minuscole squame che compongono la forfora.

Poiché, però, intervenire tempestivamente e con i prodotti più adatti, porta alla completa e radicale risoluzione del problema, è importante capire subito di cosa si tratta e agire di conseguenza.

I nostri lettori ci chiedono come poter individuare chiaramente la causa del fastidioso prurito della cute della testa: vediamo quali sono le caratteristiche da prendere in considerazione.

Quali sono le differenze tra forfora e uova dei pidocchi



Il prurito e l'irritazione della cute sono sintomi sia della presenza di pidocchi sia di semplice forfora.

Le uova dei pidocchi, o lendini, per forma e colore possono essere facilmente scambiate per scaglie di forfora. Le differenze da valutare per distinguerle sono:

>> VEDI LO SHAMPOO ANTIFORFORA PER CAPELLI SU AMAZON <<


1) Semplicemente muovendo i capelli, le scaglie di forfora scivolano via, mentre le lendini dei pidocchi sono saldamente attaccate e aderiscono con forza.


2) La forfora, in realtà, non è attaccata ai capelli ma si trova sul cuoio capelluto, mentre le uova dei pidocchi sono solo sui capelli e non sulla cute.


3) Forfora e uova si differenziano anche per l'aspetto visivo: la prima è bianca mentre le lendini hanno un colore che tende al giallo.


4) Anche la forma è diversa: le scaglie di forfora hanno bordi irregolari e le uova dei pidocchi sono a forma di goccia.


In caso di presenza di lendini e pidocchi è necessario lavare i capelli con un apposito shampoo medicato e utilizzare un pettine speciale per eliminare gli ospiti indesiderati.

Scopriamo adesso come distinguere le squame di forfora dalle lendini.



Osservare la distribuzione



Le lendini sono saldamente attaccate alla base dei capelli e, in genere, sono più concentrate sulla nuca, dietro le orecchie e sulle tempie.

La distribuzione della forfora è, al contrario, uniforme su tutta la capigliatura.

>> VEDI LO SHAMPOO ANTIFORFORA PER CAPELLI SU AMAZON <<


Facilità di distacco



Il primo sintomo è sempre il prurito.

A quel punto, per fare una verifica, è sufficiente scuotere con forza la testa: se le scagliette bianche che hai visto si staccano e cadono con facilità, molto probabilmente si tratta di forfora.

Se invece le squame rimangono fissate ai capelli, c'è la possibilità che si tratti di uova di pidocchi.


Analisi dell'aspetto



Le lendini presentano una forma abbastanza regolare, ovaloide, di lunghezza dai 3 agli 8 millimetri.

Hanno una colorazione tendente al giallo, nel caso non si siano ancora schiuse, altrimenti virano al bianco. In entrambi i casi sono trasparenti, con un aspetto opalescente.


Le squame di forfora, generalmente di colore bianco, hanno forme varie, con bordi irregolari.

>> VEDI LO SHAMPOO ANTIFORFORA PER CAPELLI SU AMAZON <<


Posizione



Le scaglie di forfora si trovano di preferenza sul cuoio capelluto mentre le lendini sono aderenti al singolo capello.

Analisi dei sintomi: solo prurito o irritazione intensa?

Se provi un'intensa sensazione di prurito e, dopo esserti grattato, trovi scaglie bianche sotto le unghie, il tuo problema è la forfora.

Nel caso dei pidocchi, proverai, invece, la sensazione di qualcosa che si muove proprio sul cuoio capelluto.

Nello specifico, il prurito è causato dalla sostanza urticante secreta dal pidocchio.

Prova del pettine



Passando un pettine tra i capelli, se è presente della forfora, troverai molte scaglie tra i denti, anche se questi ultimi non sono molto fitti.

In caso di infestazione di pidocchi, invece, per eliminarne qualcuno, è indispensabile un pettine che possieda i denti molto fitti.


Il genere: maschio o femmina?



Gli uomini hanno le ghiandole sebacee di dimensioni maggiori e sono più colpiti dalla forfora; le donne, in genere, hanno capigliature più lunghe che offrono condizioni più adatte ai pidocchi.

In ogni caso, esistono prodotti mirati per risolvere sia il problema della forfora che quello dei pidocchi.

È indispensabile avere costanza e seguire attentamente le istruzioni, in modo da utilizzare al meglio questi prodotti specifici ed eliminare alla radice il problema.

>> VEDI LO SHAMPOO ANTIFORFORA PER CAPELLI SU AMAZON <<

AUTORE:

Augusto Riva

Sono un'appassionato del settore che lavora e vive a Roma, la mia città di nascita. Ho deciso di condividere la mia esperienza e opinioni su tematiche relative ai capelli su questo portale, dato che ho trovato molti consigli sul web fuorvianti.

Torna alla Homepage