Forfora della Barba: Cause e Rimedi [Guida Completa]

La forfora nella barba può dipendere da un disturbo noto come dermatite seborroica.

Si tratta di un'affezione della pelle abbastanza comune, che colpisce barba e cuoio capelluto, mostrando sintomi quali mento screpolato, cute squamosa ed irritazioni pruriginose.

Chi porta la barba lunga e sente spesso quella fastidiosa sensazione di prurito, sa bene ciò a cui mi riferisco: desquamazioni frequenti, forfora, cute arrossata e, talvolta, persino pelle maleodorante, a causa delle crosticine che tendono a formarsi in seguito alla secrezione di sebo, una sostanza dalla consistenza grassa e oleosa.

Insomma, chi soffre di questo disturbo è costretto ad affrontare un'autentica piaga, in grado di provocare disagio sia dal punto di vista personale che sociale.

Sì, perché la forfora può davvero diventare un problema, soprattutto se a formarsi non è soltanto sulla barba ma anche sulla testa.

Non è affatto bello osservare pezzettini di forfora incastrati tra i capelli o, peggio ancora, nella barba. Per fortuna, però, qualche soluzione utile esiste.

A colpire l'uomo sono principalmente due tipologie di irritazione cutanea, ovvero quella che fa seguito al tipico prurito da barba incolta e quella che dipende dalla barba lunga.

Quest'ultima richiede un approccio particolare, che scopriremo di seguito.

>> VEDI LO SHAMPOO ANTIFORFORA PER CAPELLI SU AMAZON <<


Come eliminare la forfora dalla barba


Per rimuovere definitivamente la forfora è necessario sottoporsi a un trattamento esfoliante della pelle, in grado di rimuovere le cellule morte.

Dopo l'esfoliazione della cute, è importante regolare la naturale produzione di sebo. Per riuscirvi bisogna:

  • Bere tanta acqua, in modo da idratare meglio la cute
  • Ridurre il consumo di cibi zuccherati e/o ricchi di grassi idrogenati
  • Sottoporsi a un paio di scrubs esfolianti a settimana, con conseguente idratazione e lavaggio della barba. Per migliorare il risultato, è possibile ricorrere a particolari lozioni analcoliche ammorbidenti. Al contrario, vanno evitati i prodotti contenenti alcol, i quali possono peggiorare la dermatite, rendendo la pelle ancora più secca e irritata


Per apprezzare i primi benefici tangibili è necessario attendere almeno 2/3 settimane.

Lavare spesso la barba per evitare che si formi la forfora


Curare la barba è molto importante, così come detergerla accuratamente ogni giorno.

Entrambe le azioni rientrano tra i rimedi più utili contro la comparsa della forfora.

Per lavare la barba è preferibile non usare lo stesso shampoo utilizzato per i capelli, poiché questi sono troppo aggressivi e non ideali per una cute già irritata.

Meglio puntare su uno shampoo apposito, dotato di un INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) biologico e privo di composti di origine artificiale.

Vale la pena anche controllare che nello shampoo in questione non manchino i seguenti ingredienti:

  • Zinco Piritione
  • Olio essenziale di Tea Tree (dotato di proprietà antisettiche, antimicotiche e battericide)
  • Solfuro di Selenio
  • Carbone vegetale

>> VEDI LO SHAMPOO ANTIFORFORA PER CAPELLI SU AMAZON <<


Inoltre, è molto importante massaggiare delicatamente la barba e stendervi in maniera uniforme lo shampoo, in modo da raggiungere anche le porzioni di cute più nascoste.

Fatto ciò, sarà opportuno lasciare che lo shampoo agisca, facendolo riposare per almeno 3 o 4 minuti.

Anche il seguente risciacquo deve essere intenso e accurato.

Meglio evitare di utilizzare acqua troppo calda o fredda.

Le temperature estreme, infatti, non fanno che rendere la cute ancora più secca e irritata di quello che è.

E ciò potrebbe peggiorare la formazione della forfora.

Esfoliare la pelle al di sotto della barba


Una cura definitiva per la dermatite seborroica e per la forfora non esiste, poiché si tratta di un problema genetico e quindi recidivante (può ripresentarsi più volte in un anno).

Eppure, utilizzando uno shampoo di qualità, un buon olio da barba e una spazzola, è possibile arginare con successo i sintomi della dermatite.

L'importante è scegliere sempre una spazzola o un pettine muniti di setole morbide, così da non irritare la pelle già infiammata.

Inoltre, conviene spazzolare la barba dopo avervi passato l'olio, in modo da distribuirlo un po' dappertutto e proteggere la pelle dai residui ambientali e dagli altri detriti.

>> VEDI LO SHAMPOO ANTIFORFORA PER CAPELLI SU AMAZON <<



Cosa fare per evitare le recidive?


Per evitare che la dermatite si ripresenti, è necessario adottare determinate misure precauzionali.

Quali? La prima e più importante consiste nel valutare costantemente le condizioni della pelle: se questa dovesse presentarsi irritata, allora sarà necessario intervenire immediatamente.

Quando la cute appare tesa e sul punto d'irritarsi, conviene massaggiarla con qualche goccia di olio per barba, in modo da ammorbidirla e nutrirla in profondità.

Vietato, invece, eccedere con lo shampoo e con le creme.

Inoltre, vale la pena condurre uno stile di vita sano e seguire un regime alimentare variegato e ricco di tutti i principi nutrizionali più importanti.

Qualora ce ne fosse bisogno, sarà opportuno integrare la propria dieta con vitamine e minerali dedicati a chi soffre di problemi cutanei.

NB: qualora i miglioramenti dovessero tardare ad arrivare, sarà opportuno rivolgersi a un dermatologo, l'unico professionista in grado di consigliare i prodotti migliori per alleviare il problema.

Tra questi vanno segnalati gli antimicotici sistemici e quelli per uso topico, entrambi utili contro la formazione della forfora.

Mantenere la barba sempre idratata


Idratare a fondo la cute e la barba è fondamentale.

Ma in che modo? L'importante è evitare le lozioni alcoliche e quelle (anche se non alcoliche) contenenti sostanze che tendono a depositarsi sulla pelle e sulla barba sotto forma di residui.

La scelta migliore per rendere la barba morbida e luminosa resta l'olio da barba. Tuttavia, chi lamenta problemi di acne, deve optare per un olio molto leggero.

Quelli di Tea Tree e di Argan sono i migliori da questo punto di vista, poiché delicati ed estremamente rispettosi dell'equilibrio cutaneo.

In alternativa, è possibile ricorrere a una crema idratante per pelli secche e irritate, in grado di rendere la cute morbida e compatta.

Quali sono le cause della forfora nella barba?


Oltre alla dermatite seborroica, il principale imputato è un fungo chiamato Malassezia Globosa, naturalmente presente sulla cute dell'uomo.

Questo fungo cresce soprattutto nelle aree più grasse del viso, situate nelle vicinanze delle ghiandole sebacee.

Il fungo agisce sciogliendo il sebo, una sostanza grassa prodotta dall'organismo stesso per proteggere la cute dagli agenti esterni.

L'azione congiunta del sebo e del fungo Malassezia Globosa, tuttavia, tende a irritare la pelle e a renderla più vulnerabile agli attacchi esterni, al sole, alla polvere e alle impurità che si depositano sulla barba.

Un'altra causa frequente riguarda il cosiddetto turn-over cellulare. Se questo risulta troppo veloce, può causare scompensi cutanei tali da infiammare la porzione superiore dell'epidermide.

Le cellule si riproducono continuamente. Il loro ciclo vitale dura circa 21-28 giorni.

Nei pazienti con eczema e dermatite seborroica, tuttavia, la velocità di riproduzione cellulare appare pressoché triplicata: le cellule, infatti riescono a portare a compimento il loro ciclo vitale in appena 8-10 giorni.

Questa continua rigenerazione cutanea causa una presenza eccessiva di cellule morte, che tuttavia non riescono a staccarsi completamente dall'epidermide, provocando la formazione della forfora.

>> VEDI LO SHAMPOO ANTIFORFORA PER CAPELLI SU AMAZON <<

AUTORE:

Augusto Riva

Sono un'appassionato del settore che lavora e vive a Roma, la mia città di nascita. Ho deciso di condividere la mia esperienza e opinioni su tematiche relative ai capelli su questo portale, dato che ho trovato molti consigli sul web fuorvianti.

Torna alla Homepage