Cura Cellule Staminali e Trattamento dell’Alopecia

La calvizie è un problema che da sempre affligge la popolazione mondiale, in particolare quella maschile.

Oggi tuttavia, i progressi condotti sul campo medico offrono soluzioni che in passato non erano disponibili, prima fra tutte, la tecnica di trapianto di capelli Fue o Microfue, al momento la più efficace tra le soluzioni possibili.

Se questa tecnica è in effetti disponibile sul mercato, non però bisogna credere che la ricerca scientifica si sia arrestata.

Anzi, la nuova frontiera in ambito di trapianto dei capelli prevede il trattamento con cellule staminali.

In questo post, oggi parleremo proprio di questo: dell’aiuto che le cellule staminali possono offrire nella regressione dell’alopecia, della ricerca scientifica e dei suoi progressi.

E metteremo a confronto tale tecnica con quelle al momento disponibili in ambito pratico.


Trattare la calvizie con cellule staminali


Intorno al concetto di clonazione dei capelli c’è un vero e proprio alone di mistero.

Quando se ne sente parlare, si ha la sensazione di trovarsi in un film di fantascienza, più che nella realtà, ed in effetti questa sensazione non è errata, in quanto la clonazione dei capelli e la loro ricrescita grazie alle cellule staminali sono ancora due concetti del tutto sperimentali, possibili a livello teorico, ma che non hanno ancora avuto un riscontro pratico al di fuori del mondo della sperimentazione scientifica.

Non è quindi errato chiedersi: “ma l’uso di trattamenti staminali per la ricrescita dei capelli è davvero possibile per curare la calvizie?”.

Troverai in questo articolo le risposte che abbiamo raccolto per te.


Qualche dato statistico


Se si leggono i dati statistici sulla calvizie ci si rende conto che l’alopecia è un problema più che mai frequente e i dati risultano allarmanti.

Essi ci dicono che un uomo su quattro soffre di calvizie già a partire dai 20 anni di età.

Ancora peggiori risultano le statistiche per le fasce d’età superiori: il 50% degli uomini che ha superato i 50 anni soffre di questo problema.

Inoltre, è scientificamente provato che con l’avanzare dell'età e quindi avviandosi verso la vecchiaia, i casi di calvizie diventano sempre più frequenti.

Per questo motivo, la calvizie non è un problema da sottovalutare e anzi bisognerebbe correre ai ripari il prima possibile.

Tuttavia, mentre in passato i rimedi non erano così efficaci, oggi abbiamo a disposizione molti strumenti per combattere questo problema che prima non erano disponibili.

Quindi, se è pur vero che i dati statistici non sono incoraggianti, non devi necessariamente credere che anche tu sia destinato a rimanere calvo.

Infatti oggigiorno la calvizie può essere combattuta utilizzando trattamenti specifici, quali il trapianto dei capelli con tecnica FUE, che in passato non erano conosciuti.

Inoltre la ricerca scientifica sta facendo quanto possibile per applicare le cure staminali al trattamento della calvizie, anche se in materia c’è ancora molta confusione.

Quando si parla di cellule staminali, la prima cosa che viene in mente è la clonazione in campo medico.

In effetti la clonazione di parti del corpo umano potrebbe fornire soluzioni a tanti problemi di natura fisica.

Possiamo ad esempio immaginare quanto sarebbe importante poter effettuare trapianti di organi, trapianti di pelle in caso di tumori, o anche di arti persi a causa di incidenti.

Anche il trapianto dei capelli rientra in questa casistica, e potrebbe essere uno dei tanti ambiti in cui è possibile ottenere ottimi risultati grazie al trattamento con cellule staminali.

L'unico problema, quando si parla di questa nuova tecnica scientifica, è il fatto che la stessa non è ancora disponibile per la popolazione mondiale, perché ancora in fase di studio e sviluppo.

Quindi, se anche sul campo teorico le possibilità sono pressoché infinite, nella pratica ci troviamo ancora in ambito di ricerca sperimentale e purtroppo i primo risultati ottenuti dalla sperimentazione non sono soddisfacenti.

Basti pensare che il trapianto di capelli con cellule staminali non è ancora stato testato sull'uomo e per questo motivo non siamo in grado di prevedere quali risultati concreti si avranno nel futuro.

alopecia



L’unica certezza che abbiamo, nel presente, è che la ricerca continua e anche in maniera spedita.

Non bisogna infatti credere che la calvizie sia un problema sottovalutato nell'ambito della ricerca scientifica solo perché non corrisponde ad una vera e propria malattia debilitante.

Infatti, è ampiamente dimostrato che la calvizie incide in maniera determinante sulla percezione che una persona ha di sé, creando seri problemi di autostima e disturbi nel relazionarsi con gli altri, soprattutto se l’alopecia insorge in maniera piuttosto precoce, per esempio durante l’adolescenza, oppure se colpisce una donna.

Per questo motivo, la ricerca in campo medico non si ferma e anzi continua a cercare rimedi che siano definitivi una volta per tutte.


Cellule staminali e trattamento dell’alopecia


Se ti stai chiedendo come possono le cellule staminali trattare l'alopecia, devi prima capire che cosa è davvero la calvizie.

In linea di massima si può affermare che la calvizie è una condizione patologica che colpisce i follicoli piliferi presenti nel derma.

Per farti capire meglio, i follicoli piliferi sono le cavità presenti nel derma in cui nasce il capello.

Quando questi follicoli non funzionano più come dovrebbero, ovvero quando alla caduta del capello, il follicolo non ne genera uno a sua sostituzione, si parla di calvizie.


La cura con cellule staminali prevederebbe la sostituzione dei follicoli piliferi malati con cellule sane.

Si parla in questo caso di cellule staminali epiteliali, cioè cellule che rivestono la superficie del nostro corpo.

La ricerca in questo ambito è davvero ampia e le soluzioni a livello teorico sono molteplici.

Purtroppo però i risultati in ambito pratico non sono ancora soddisfacenti e benché in vitro si riesca a riprodurre questo tipo di cellule, ovvero come si dice in gergo medico, a coltivarle, nella pratica la loro implementazione è ancora lontana dal successo vero e proprio.

Certo, tali ricerche sono ancora ai primissimi stadi ed è quindi necessario armarsi di pazienza.

Anche perché i risultati dei test sono incoraggianti a tal punto da indurre gli scienziati a continuare la ricerca.

Possiamo quindi affermare che il trapianto dei capelli con l’uso delle cellule staminali è la prossima frontiera.

Ma se vuoi porre subito rimedio al problema della calvizie, è giusto che tu sappia che esistono già dei trattamenti efficaci, ed il migliore disponibile al giorno d’oggi è il trapianto dei capelli con tecnica FUE o Microfue.

Tecnica Fue e Microefue nel trapianto dei capelli



Si tratta di una tecnica poco invasiva per il trapianto dei capelli. Infatti, diversamente dai metodi tradizionali, primo tra tutti il trapianto di capelli FUT, questa tecnica non prevede ferite alla cute e dolorose convalescenze.

Anzi, è un metodo di trapianto veloce e pulito che può essere effettuato ambulatorialmente.

Nella pratica, si tratta di impiantare nelle zone colpite dall’alopecia dei follicoli sani prelevati dalle zone del corpo dove crescono capelli più forti e resistenti alla caduta, quale la zona occipitale della testa, oppure altre parti del corpo che presentano peli.

In questo tipo di trapianto, i follicoli sani sono impiantati uno ad uno per andare a sostituire quelli malati.

Il processo, effettuato su ogni singolo follicolo, viene eseguito con strumenti di estrema precisione e anestesia locale solo della zona soggetta a trapianto.

I capelli trapiantati non sono soggetti a cadute, in quanto i follicoli sani sono prelevati da zone del corpo fortemente resistenti all’alopecia, soprattutto a quella androgenetica.

In attesa che le cure con le cellule staminali diventino ufficiali e quindi disponibili per tutti, il trattamento con tecnica Microfue è al momento la migliore risorsa per combattere la calvizie.


Prodotti anticaduta



Il trapianto dei capelli dovrebbe essere in ogni caso l’ultima risorsa a cui fare ricorso.

È stato infatti dimostrato che è possibile trattare l’alopecia al suo insorgere, usando prodotti specifici per prevenire o rallentare la caduta dei capelli.

Profolan è uno di questi prodotti, testato espressamente dai nostri bloggers e che quindi ci sentiamo di consigliare in prima battuta visti anche i risultati ottenuti.

A differenza di altri siti che vendono tale prodotto a prezzi elevati, per poter guadagnare una percentuale sulla rivendita, sul nostro blog abbiamo selezionato i migliori e-commerce disponibili online, da dove puoi acquistare Profolan in sicurezza.

Navigando tra le nostre pagine, potrai trovare il miglior prezzo su internet per l’acquisto di tale prodotto contro la caduta dei capelli.

Profolan è disponibile, al prezzo più basso su internet, cliccando sul link del sito a seguire e che ti consigliamo caldamente.

AUTORE:

Augusto Riva

Sono un'appassionato del settore che lavora e vive a Roma, la mia città di nascita. Sia io che mia moglie abbiamo passato anni a soffrire del problema della calvizia e, una volta trovata la soluzione, abbiamo deciso di condividere le nostre esperienze e opinioni su questo portale, dato che la maggior parte dei rimedi e consigli sul web sono fuorvianti.

Puoi leggere di più su di me qui.

Torna alla Homepage