Come Eliminare la Forfora in Modo Naturale [i Rimedi]

La forfora colpisce una buona parte della popolazione mondiale senza distinzione di sesso ed età.

Si tratta di un fenomeno che viene provocato da più cause, ma per risolverlo esistono una serie di validi rimedi che possono essere molto efficaci oltre che semplici da realizzare.

La prima cosa da determinare è il tipo di forfora con cui si ha a che fare:

ne esistono infatti di due tipi, una secca e una grassa, la prima cade come neve se si passa la mano tra i capelli, la seconda si sviluppa sul cuoio capelluto e ha scaglie untuose e di dimensioni maggiori.

>> VEDI GLI SHAMPOO ANTIFORFORA SU AMAZON <<

L'eliminazione della forfora può non essere definitiva e nemmeno veloce; in generale i rimedi che migliorano il problema richiedono anche di essere applicati con una certa regolarità e possono rappresentare una vera e propria modifica delle abitudini quotidiane includendo shampoo, maschere e ricette casalinghe che comprendano ingredienti semplici come sale, bicarbonato e aceto.

Cosa mangiare per eliminare la forfora?

 
Gliceridi (57%), esteri cerosi (25%), squalene (15%), esteri del colesterolo (2%), colesterolo (1%), ma anche antiossidanti come la vitamina E e il coenzima Q10 sono i principali componenti del sebo dal quale si origina la forfora.

Gli acidi grassi contenuti nei gliceridi (composti in particolare da acido sapienico), hanno una struttura chimica differente per ogni individuo e giocano un ruolo fondamentale nella produzione di forfora.

Oltre alla predisposizione genetica e all'ereditarietà, anche l'alimentazione ha un impatto sulla produzione di sebo e quindi di forfora, e pur non essendoci studi specifici si può affermare che la carenza di acidi grassi essenziali e antiossidanti influisce in maniera marcata sul fenomeno.

>> VEDI GLI SHAMPOO ANTIFORFORA SU AMAZON <<


Cosa NON fare


Prima di vedere i rimedi e le abitudini da applicare per combattere la forfora scopriamo come evitare di peggiorare il problema.

Usare shampoo che non sono stati studiati per regolare la produzione di sebo può aumentare la presenza di forfora, si dovrebbero quindi preferire prodotti specifici per cute grassa o secca.

Allo stesso modo si dovrebbero evitare cosmetici che possano irritare o ungere i capelli.

I lavaggi non dovrebbero essere troppo frequenti (ma nemmeno scarsi) o frettolosi, in particolare con manifestazioni di Malassenzia furfur (un fungo che può svilupparsi in presenza di forfora).

Anche i segnali del corpo non andrebbero ignorati ma curati, come la comparsa di psoriasi, dermatiti seborroiche o da contatto; anche indizi di un indebolimento delle difese immunitarie o momenti di forte stress nervoso possono fungere da campanelli d'allarme.

Infine, l'alimentazione andrebbe rivista evitando cibi troppo grassi.


Rimedi naturali e fai-da-te contro la forfora


La saggezza popolare da sempre è custode di rimedi che sono sia efficaci che sicuri (anche durante la gravidanza) per combattere la forfora.

Utilizzando ingredienti presenti nelle nostre dispense si possono trovare delle vere e proprie formule magiche.

Vediamo insieme i migliori rimedi della nonna per combattere la forfora.

Cominciamo con il bicarbonato, utile nella routine domestica può essere usato per un massaggio sui capelli umidi, avendo cura di trattare bene il cuoio capelluto, e poi risciacquato senza utilizzare lo shampoo.

All'inizio i capelli appariranno secchi e crespi, ma chi ha testato questo metodo ne garantisce il risultato finale e una scomparsa progressiva delle placche di forfora.

Immancabile nella dispensa, anche l'aceto di mele è un valido aiuto contro la forfora: se ne mescola circa 1/2 tazza con altrettanta acqua versando poi la soluzione in un contenitore dotato di spruzzino.

Si nebulizza la soluzione sul cuoio capelluto e poi si tengono i capelli al caldo con l'aiuto di un turbante per 30 minuti prima di essere risciacquati. Bastano due trattamenti a settimana per migliorare in maniera visibile la situazione.

>> VEDI GLI SHAMPOO ANTIFORFORA SU AMAZON <<

Uno scrub a base di sale grosso può essere un utile esfoliante cutaneo: si procede massaggiandolo con delicatezza sulle radici asciutte per pochi minuti e risciacquandolo con uno shampoo adeguato. Il trattamento permetterà di rimuovere velocemente le scaglie di forfora.

In alternativa si può aggiungere un cucchiaino di sale allo shampoo e combinare la loro azione.

Infine, in erboristeria si trova il tea tree oil, dal forte potere antibatterico e antinfiammatorio usato anche nelle maschere per capelli.

Come per il sale questo prodotto può essere aggiunto al consueto shampoo.

Shampoo antiforfora: un potente aiuto


La scelta di uno shampoo adeguato diventa imprescindibile quando il problema della forfora è molto marcato (e si dovrebbe valutare l'idea di consultare un dermatologo che possa indirizzarci nella scelta).

Esiste una grande varietà di prodotti purificanti che svolgono azione detox e sono studiati per non essere troppo aggressivi con il cuoio capelluto, come le linee messe a punto da Eucerin e Vichy che contengono zinco piritione, solfuro di selenio, catrame vegetale e acido salicilico, tutti ottimi prodotti antiforfora.


Per quanto riguarda la forfora grassa uno dei prodotti più efficaci è il catrame vegetale di Euphidra.

>> VEDI GLI SHAMPOO ANTIFORFORA SU AMAZON <<


Prevenzione


Oltre a combatterla, come si può prevenire la forfora?

Cercare di ridurre lo stress psico-fisico è un buon modo per iniziare la prevenzione antiforfora, così come lavare i capelli con una certa regolarità usando però shampoo non aggressivi che favoriscano la rimozione degli eccessi di sebo.

Organizzare la dieta prediligendo alimenti che contengano antiossidanti (zinco in particolare) e acidi grassi essenziali può fare la differenza; amminoacidi solforati e vitamine del gruppo B sono per altro molto utili per la salute del capello.

Evitare di consumare alcolici e alimenti ricchi di grassi aiuta a regolarizzare la produzione di sebo con un conseguente beneficio per la cura della forfora.

Ovviamente andrebbero dimenticati cosmetici irritanti o che ungano la cute come gel, lacche e mousse.

>> VEDI GLI SHAMPOO ANTIFORFORA SU AMAZON <<


Cure farmacologiche


Nella cura della forfora vengono impiegati prodotti specifici che non sono classificati come farmaci (shampoo e lozioni).

Questi prodotti contengono molecole che sono differenziate a seconda del principio attivo di cui sono composte:
Zinco piritione: è in grado di combattere lo sviluppo del Malassenzia furfur.

Catrame vegetale: riduce il ricambio cellulare agendo di conseguenza anche sulla forfora.

Solfato di selenio: è utile sia contro il Malassenzia furfur che nella riduzione del ricambio cellulare, ma è bene rimuoverlo con abbondante acqua dopo l'utilizzo. Potrebbe anche decolorare i capelli tinti.

Ketoconazolo: si tratta di una molecola ad azione fungicida che può risultare molto efficace contro la forfora.
Qualora shampoo e lozioni che contengono queste molecole non dovessero essere efficaci potrebbe essere utile contattare senza indugio un dermatologo per iniziare una terapia sotto controllo a base di corticosteroidi.

AUTORE:

Augusto Riva

Sono un'appassionato del settore che lavora e vive a Roma, la mia città di nascita. Sia io che mia moglie abbiamo passato anni a soffrire del problema della calvizia e, una volta trovata la soluzione, abbiamo deciso di condividere le nostre esperienze e opinioni su questo portale, dato che la maggior parte dei rimedi e consigli sul web sono fuorvianti.

Torna alla Homepage