I Capelli Grigi nell'Uomo

Mentre il tempo passa, anche il nostro corpo subisce delle inesorabili modifiche legate all'età.

L’invecchiamento dell’organismo maschile si manifesta anche attraverso l’incanutimento, oppure con sintomi più drastici come la caduta dei capelli stessi: entrambi, ma soprattutto quest’ultima fase marcano un senso di insicurezza nel soggetto che li subisce.

Le cellule che compongono il capello sono le stesse che sono presenti nella pelle, per meglio dire nel suo strato esterno noto come epidermide.

Nelle cavità dei capelli ci sono i follicoli, composti da melanociti, anch’essi delle cellule in grado di generare una sostanza colorante detta melanina.

Maggiore è la percentuale di melanina nei capelli, più essi sono scuri: questo accade perché in essi sono trasportate delle sostanze tramite la circolazione del sangue; sono dunque nutriti dal sebo presente all’interno delle ghiandole sebacee che si trovano nel cuoio capelluto.

>> VEDI LE TINTE GRIGIE SU AMAZON <<

Nel momento in cui la percentuale di melanina diminuisce, i capelli perdono colore e diventano grigi: quando questo processo si ferma del tutto, diventano bianchi.

È possibile che questa sia una conseguenza causata dal danneggiamento delle cellule staminali che hanno il compito di generare melanociti.

Quali sono i rimedi naturali contro i capelli grigi



Esistono dei rimedi naturali ai quali si attribuisce la capacità di rendere sia i capelli grigi e sia quelli bianchi, più scuri.

Tra questi sono presenti le cipolle, le quali possiedono un enzima conosciuto come catalasi: occorre massaggiare il capo con il succo di questo ortaggio, in modo da ridurre il perossido di idrogeno che tende a formarsi nel follicolo del capello.

Un altro rimedio è quello offerto da un frutto, l’avocado, che contiene antiossidanti, minerali, acidi grassi e vitamina E, tutti utili per combattere i segni dell’invecchiamento dell’organismo e dei capelli. Occorre macinarne uno ben maturo, riporre poi la pasta sui capelli e lasciarla agire per circa venti minuti, prima di risciacquarla.

Le foglie della pianta di noce possono essere messe dentro una pentola e portate a ebollizione per un quarto d’ora; si tratta di un ottima tintura per contrastare l’incanutimento.

Se una persona desidera salvaguardare il colore naturale dei suoi capelli e rallentare l’arrivo del grigio, può farlo facendo bollire qualche rametto di rosmarino in acqua bollente, fino a creare un infuso da applicare sul capo. Quest’erba contiene due validi antiossidanti: l’acido caffeico e quello rosmarinico.

>> VEDI LE TINTE GRIGIE SU AMAZON <<

Un prodotto ideale per il nutrimento della chioma è garantito dall’olio di germe di grano; esso contiene un'alta percentuale di vitamina E, valida per anticipare l’arrivo dei capelli grigi e bianchi.

Una foglia verde consigliata per contrastare la decolorazione naturale dei capelli e che pare sia molto efficace nel renderli scuri, è l’edera: il suo pigmento è molto usato per realizzare colorazioni per i capelli.

L’estratto da spalmare sul capo, può essere preparato facendo bollire a fiamma lenta un litro d'acqua, all'interno del quale si getteranno una manciata di foglie.

Lo zenzero è una radice cinese molto nota per favorire la circolazione del sangue nel corpo e quindi nel cuoio capelluto, perché favorisce la crescita dei follicoli. La medicina cinese ne fa largo uso da secoli e in occidente le sue qualità stanno divenendo sempre più note.

È sufficiente grattugiare la radice e metterla a bollire per quindici minuti in una pentola d’acqua. Una volta raffreddato, è necessario applicare il composto sul capo.

Quali sono le cause dei capelli grigi nell’uomo?


Nell’uomo come nella donna è molto probabile che quando si verifica il processo di incanutimento la causa sia legata al passare dell’età e quindi per motivi del tutto naturali.

Accade che i capelli tendano a diventare trasparenti perdendo la normale colorazione e a ingrigirsi inesorabilmente. Altre volte ancora, le cause possono essere legate a dei fattori di natura genetica.

Esistono delle patologie che manifestano tra i loro sintomi proprio la riduzione della catalasi e quindi l’organismo subisce una decolorazione naturale, tra queste: il morbo di Hashimoto, la sclerosi tubercolosa, la vitiligine o la sindrome di Waardenburg.

L’Enzima che ha il compito di metabolizzare il perossido di idrogeno che rovina i melaniciti, appunto la catalasi, tende a diminuire in maniera drastica, non riuscendo più a compiere il suo lavoro.

Anche chi soffre di carenza di vitamina B12, di carenza di rame, di ipertiroidismo e di ipotiroidismo, potrebbe essere soggetto al blocco della regolare crescita dei capelli.

Ad aggravare il problema ci sono anche pessime abitudini come fumare, vivere costantemente sotto stress, assumere caffè, the e alcolici, mangiare cibi fritti e oleosi e la salmonellosi.

>> VEDI LE TINTE GRIGIE SU AMAZON <<

AUTORE:

Augusto Riva

Sono un'appassionato del settore che lavora e vive a Roma, la mia città di nascita. Ho deciso di condividere la mia esperienza e opinioni su tematiche relative ai capelli su questo portale, dato che ho trovato molti consigli sul web fuorvianti.

Torna alla Homepage