Alopecia nella Barba: Come Combatterla e Cos'è?

Alopecia barbae, più comunemente definita Alopecia della barba, altro non è che una forma di Alopecia areata che colpisce questa parte del viso.

Non sempre si manifesta come evento isolato, alcune volte compare in associazione all'Alopecia del cuoio capelluto.

Si è notato che in circa il 50% dei soggetti affetti dalla forma più semplice di Alopecia localizzata alla barba, nel giro di un anno questa manifestazione tende a estendersi anche alla zona dei capelli.

Nonostante l'Alopecia alla barba sia di per sé una manifestazione con caratteristiche benigne, può succedere che i pazienti che ne vengono colpiti possano avere una ripercussione sul profilo psicologico.

Alopecia nella Barba: la diagnosi


La diagnosi è essenzialmente clinica, la visita e i consigli di un medico dermatologo sono il primo passo da fare.

Anche se non ci sono esami clinici specifici, sarà cura del medico dare indicazioni su eventuali esami bioptici da eseguire.

Generalmente se si tratta di una sola area colpita lo specialista consiglierà l'attesa di qualche mese prima di procedere con ulteriori approfondimenti.

Qual è la terapia indicata per la calvizie nella barba


Gli specialisti dermatologi sostengono che non ci siano cure specifiche per trattare l'alopecia areata, che peraltro è una manifestazione cutanea che interessa circa il 2% della popolazione.

La medicina rigenerativa, propone una nuova tecnica che prende il nome di Prp o Platelet rich plasma, attraverso la quale viene infuso nelle zone prive di peli, del plasma arricchito con le piastrine del soggetto affetto dall'Alopecia.

I primi risultati potranno essere visibili solo dopo alcune settimane di trattamento e i costi appaiono un po' elevati.

Generalmente l'Alopecia tende a una regressione spontanea nel giro di qualche mese, pertanto sempre dopo essersi consultati con il medico è meglio attendere.


Segni e sintomi sulla barba


Il segno principale che fa sospettare un caso di Alopecia della barba è sicuramente la presenza sul volto di una o più aree lisce, circoscritte e dalla forma circolare più o meno ampia.

Queste aree possono presentarsi su qualunque zona del viso, non è difficile notarle dove solitamente crescono i baffi, sul collo, sul mento, sulle guance ma anche sui lati.

Il primo segnale che può attirare l'attenzione è la comparsa di una chiazza isolata che con il trascorrere dei giorni potrà assumere dimensioni maggiori.

A volte si assiste successivamente alla comparsa di altre zone glabre in altre parti del volto.

Sintomi abbastanza comuni che anticipano la fuoriuscita o l'estensione di nuove aree di Alopecia sono il prurito ed il bruciore, anche accompagnati da una cute infiammata.

Il paziente potrà avvertire questi disturbi anche dopo la comparsa delle aree in oggetto.

Quando è meglio rivolgersi allo specialista


Come già affermato, l'Alopecia della barba, è una condizione che il più delle volte tende ad auto risolversi.

Malattie autoimmuni alla tiroide possono presentare tra i loro sintomi anche manifestazioni di Alopecia (anche se si parla di casi sporadici).

Quando si assiste al prolungarsi dei sintomi e delle manifestazioni cutanee è bene rivolgersi al medico.

Sarà solo la valutazione dello specialista che permetterà d'inquadrare la situazione, per un'eventuale prescrizione di esami ematochimici di controllo.



Stati patologici associati


Come già confermato in precedenza, i soggetti affetti da patologie autoimmuni sono da considerarsi più suscettibili alla comparsa dell'Alopecia della barba. Le patologie che maggiormente presentano questa condizione tra uno dei loro sintomi sono:

  • Psoriasi
  • Morbo di Crohn
  • Dermatite atopica
  • Vitiligine
  • Iperparatiroidismo o altri disturbi tiroidei
  • Asma


Incidenza


L'Alopecia della barba colpisce il sesso maschile, è una forma che predilige soggetti giovani con un'età compresa tra i 30 e i 40 anni.



Capiamo insieme le cause e i fattori di rischio dell'Alopecia della barba


L'Alopecia della barba rientra nell'insieme delle manifestazioni di Alopecia areata, pertanto è da considerarsi una patologia autoimmune.


I follicoli piliferi vengono aggrediti dal sistema immunitario del soggetto causando la caduta dei peli, quest'ultimi non riescono a ricrescere come dovrebbero perché trovano un ambiente in cui non vengono più rispettate le condizioni ottimali.

Ad oggi le cause che determinano questa situazione non sono del tutto conosciute.

Si è cercato di dare risposta al fenomeno e tra le cause eziologiche troviamo la possibile influenza di una condizione genetica preesistente a cui si può associare uno stato di malnutrizione, iposideremia (abbassamento del tasso di ferro nel plasma), infezioni ecc.

Queste sono solo delle ipotesi non  ancora accertate, che non hanno riscontro positivo da parte di tutti i medici, qualcuno le ritiene errate.

Un'osservazione che è stata fatta è che tra le persone che hanno disturbi del sistema immunitario c'è un rischio aumentato di poter manifestare problemi di Alopecia alla barba e di diverse forme di Alopecia areata.

AUTORE:

Augusto Riva

Sono un'appassionato del settore che lavora e vive a Roma, la mia città di nascita. Ho deciso di condividere la mia esperienza e opinioni su tematiche relative ai capelli su questo portale, dato che ho trovato molti consigli sul web fuorvianti.

Torna alla Homepage