Aceto di Mele contro la Forfora: un Rimedio che Funziona davvero?

In quante occasioni vi siete trovati a dover fare i conti con questo odioso problema?

La forfora è una vera e propria malattia che attacca la cute della testa.

Le sue scagliette bianche ricoprono abiti, giacconi e cappotti, rimanendo in evidenza a lungo, specie sui capi scuri.

L’imbarazzo causato da questa continua nevicata bianca sulle spalle induce molte persone a combatterla nei modi più disparati, con ricette fai-da-te, shampoo specifici e lozioni varie.

In questo articolo parleremo della correlazione tra l'aceto di mele e la forfora: l'aceto può davvero curare il problema?

Rimedi naturali: la ricetta della nonna e l'aceto


Un sistema utile per combattere la forfora consiste nell’applicazione di una miscela in parti uguali di aceto di mele e acqua.

Dopo aver lavato i capelli, applicate la lozione con un batuffolo di cotone sul cuoio capelluto.

È consigliabile massaggiare delicatamente il capo coi polpastrelli, per permettere una diffusione omogenea e favorire la micro-circolazione della cute.

Tenete la testa al caldo ricoprendola con un’asciugamani e lasciate in posa per circa 15 minuti.

Risciacquate i capelli con acqua tiepida, senza usare saponi né balsamo.

Questo trattamento è utile per ripristinare il giusto grado di acidità della pelle, riportando il suo ph a livelli ottimali. Il trattamento va ripetuto un paio di volte a settimana.

Un aspetto non trascurabile è la qualità delle materie prime: scegliete con accuratezza il vostro aceto di mele, assicurandovi che sia puro al 100%; le proprietà benefiche del prodotto potrebbero essere rese inefficaci dall’aggiunta di aromi o additivi.

Proprietà dell’aceto di mele contro la Forfora


Un prodotto di uso quotidiano presente abitualmente in cucina, come l’aceto di mele, si è rivelato essere un alleato inimitabile nella lotta contro la forfora.

Delicato e naturale, vanta proprietà antibatteriche, antimicotiche e antinfiammatorie; un suo uso costante permette di calmare le irritazioni del cuoio capelluto, curarne le piccole lesioni e difenderlo dagli attacchi di microorganismi dannosi, come germi e funghi.

Le avete provate davvero tutte?

Se shampoo e lozioni antiforfora non sono riusciti a risolvere il vostro problema, provate a cercare rimedi alternativi nella natura, che spesso offre risposte più efficaci ed economiche di qualsiasi prodotto di sintesi.

Come scegliere il prodotto giusto


In commercio si trovano diversi prodotti antiforfora: dagli shampoo ai balsami, fino alle lozioni.

Perché siano efficaci, i trattamenti devono avere caratteristiche adatte alla tipologia della specifica cute di ciascuno.

Per orientarsi tra i diversi prodotti in commercio sarebbe opportuno rivolgersi a un dermatologo; a ogni modo, una prima distinzione importante da fare è quella tra forfora secca e forfora grassa.

Quella secca è caratterizzata da piccolissimi frammenti di pelle che si staccano dal capo per cadere a pioggia sulle spalle, quella grassa al contrario, rende i capelli untuosi e opachi, le scagliette prodotte dalla desquamazione della pelle restano tra i capelli, sono molto visibili e difficili da eliminare.

Tenete conto di questa distinzione nell’acquisto del vostro prodotto antiforfora, così avrete maggiori garanzie di efficacia.

AUTORE:

Augusto Riva

Sono un'appassionato del settore che lavora e vive a Roma, la mia città di nascita. Ho deciso di condividere la mia esperienza e opinioni su tematiche relative ai capelli su questo portale, dato che ho trovato molti consigli sul web fuorvianti.

Torna alla Homepage